E' quasi l'alba.

Io v ammirando il cielo

per la sua immensa altezza e il suo mistero.

 

Qual prodigio!

Vedo nel suo splendor nascer l'aurora

e lei come danzando, le belle vesti rosa v cangiando.

 

Mentre si spoglia dei suoi bei colori

quale regalo al ciel li va donando come...

fossero petali di fiori.

 

A tal visione per l'emozione penso:

quale sublime artista il suo  Creatore

e, Dio lodando, sento il cor mio che va tremando!

Paga per quel gioir,  l'anima va esultando. 

 

Giuliana Marinetti